clero

clè|ro
s.m.
sec. XIII; dal lat. tardo clēru(m), dal gr. klêros propr. “sorte, eredità” poi “parte scelta di una comunità”.


AD nella Chiesa cattolica e estens. nelle altre Chiese cristiane e in altre religioni, il complesso degli appartenenti all’ordine sacerdotale con il compito di amministrare i sacramenti e di governare spiritualmente i fedeli: appartenere al clero, entrare nel clero; il clero e i laici, l’influenza del clero nella società civile; clero italiano, francese; clero indigeno, nelle missioni, quello costituito dai nativi del luogo

Polirematiche

alto clero
loc.s.m.
TS eccl.
l’insieme dei prelati
basso clero
loc.s.m.
TS eccl.
i preti, in contrapposizione ai vescovi e agli alti prelati
clero diocesano
loc.s.m.
TS eccl.
=> clero secolare
clero regolare
loc.s.m.
TS eccl.
quello costituito dagli appartenenti agli ordini monastici, soggetti a particolari regole di vita
clero secolare
loc.s.m.
TS eccl.
quello costituito dai sacerdoti che vivono nella società senza essere sottoposti a una regola particolare
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.