combinare

com|bi||re
v.tr. e intr.
1679; dal lat. tardo combināre, comp. di con- "assieme, con" e bini "a due a due".


 AU 
1. v.tr., mettere insieme, due o più cose secondo un criterio o per ottenere un determinato risultato, spec. estetico: combinare le scarpe con la borsa; combinare l’estetica con la funzionalità; rendere compatibile, conciliare concettualmente: combinare opinioni diverse
2a. v.tr., concludere, realizzare: si dà da fare ma combina poco; non combinare nulla, non combinare un accidente, non combinare un cavolo, non concludere nulla di buono | colloq., fare: che combini di bello in questo periodo?; combinare guai, un pasticcio, guarda che hai combinato!; combinarne delle belle, di tutti i colori, di cotte e di crude, fare guai; ne ha combinata una delle sue, ha fatto una delle sue solite sciocchezze
2b. v.tr., organizzare, stabilire, decidere: combinare un incontro, un matrimonio, un affare; abbiamo combinato di andare al mare; combinare un prezzo, contrattarlo
3. v.tr. TS chim. unire sostanze diverse per formare un composto: combinare ossigeno e azoto
4. v.intr. (avere) CO corrispondere: la tua versione dei fatti non combina con la mia

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.