compatto

com|pàt|to
agg., s.m.
1ª metà XIV sec; dal lat. compactu(m), p.pass. di compingĕre “unire strettamente”, comp. di con- “assieme, con” e pangĕre “conficcare”.


AU
1a. agg., costituito di parti strettamente unite fra loro: terreno compatto, roccia compatta; fitto: infiorescenze compatte | fig., concorde, solidale, unanime: i braccianti scesero compatti in sciopero
1b. agg., che ha consistenza molto densa, spec. di alimenti che possono essere consumati anche allo stato liquido: yoghurt compatto
2a. agg., progettato in modo da contenere al massimo l’ingombro risultando il più lineare possibile: auto compatta, televisore compatto
2b. s.m., impianto di riproduzione sonora, spec. stereofonico, costituito da elementi diversi inseriti nella stessa struttura di dimensioni ridotte
3. agg. TS tipogr. di composizione, molto fitta e con caratteri piccoli
4. agg. TS fon. nella teoria linguistica di Jakobson, di fonema o tratto fonetico acustico, caratteristico delle vocali aperte e delle consonanti velari e palatali

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.