compiangere

com|piàn|ge|re
v.tr., v.intr.
av. 1250; lat. *complangĕre, v. anche piangere.

AD
1. v.tr. CO compatire manifestando la propria partecipazione al dolore di qcn.: dobbiamo compiangere chi è sfortunato, lo compiango per le sue sventure, ben ti sta: non ti compiango!; compatire provando pietà mista a disprezzo: come ti compiango!, compiango la tua meschinità
2. v.intr. LE (avere) prendere parte al dolore altrui: al mio pianto ei compianse (Manzoni)
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.