concludere

con|clù|de|re
v.tr., v.intr.
av. 1257; dal lat. conclūdĕre, comp. di con- “assieme, con” e claudĕre “chiudere”.


FO
1. v.tr., portare a compimento, a effetto qcs.: concludere un affare, un trattato, un’alleanza
2. v.tr., riuscire a realizzare qcs.: oggi ho concluso parecchio, non ho concluso nulla di buono | anche ass.: è capace solo di parlare ma poi non conclude
3. v.tr., finire, terminare: concludere un discorso, concludere un ragionamento, concludere una polemica; concludere un lavoro | seguito da una prop. subordinata: stabilire, dichiarare come conclusione: abbiamo concluso che bisognava affrontare il problema in modo diverso
4. v.tr., dedurre: a partire dal tuo discorso si possono concludere due cose diverse; da ciò si conclude che le tue supposizioni erano giuste
5. v.tr. OB racchiudere, contenere
6. v.intr. (avere) BU essere convincente, giungere a una conclusione: è un discorso, un argomento che non conclude
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.