condannare

con|dan||re
v.tr.
av. 1303; lat. condĕmnāre, comp. di con- “assieme, con” e damnāre “condannare”, con influsso secondario di dannum “uomo”; nell’accez. 6 cfr. fr. condamner.


1. FO dichiarare qcn. colpevole: condannare qcn. per furto, per omicidio, per estorsione | TS dir.pen. imporre all’imputato riconosciuto colpevole una pena o una sanzione commisurata al reato commesso: condannare qcn. alla reclusione, al risarcimento dei danni, all’ergastolo, ai lavori forzati; condannare qcn. a cinque anni di reclusione
2. CO estens., dichiarare inguaribile: i medici ormai l’hanno condannato
3. CO estens., rivelare colpevole: gli indizi lo condannano; il suo silenzio lo ha condannato
4. CO estens., obbligare, costringere: la sorte lo ha condannato a vivere in miseria; la malattia lo condanna all’immobilità
5. CO estens., disapprovare, biasimare: condannare il malcostume, condannare l’ingiustizia, la violenza; un comportamento da condannare; è un crimine da condannare | con rif. alla Chiesa, dichiarare falsa una dottrina, uno scritto e sim.
6. TS edil. murare, chiudere definitivamente porte o finestre | abbattere, demolire spec. edifici
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità