1consumare

con|su||re
v.tr.
1ª metà XII sec; dal lat. consūmĕre, v. anche consumere, con influsso di consummāre “2consumare”.


FO
1a. logorare, deteriorare per usura: consumare le scarpe, il collo della camicia; l’attrito ha consumato la fune
1b. fig., ridurre danneggiando progressivamente: lo studio consuma la vista
1c. fig., ridurre lentamente in pessime condizioni fisiche o morali: la malattia lo ha consumato, la passione mi consuma
2a. impiegare in un dato uso sostanze, materiali e sim. riducendone la quantità complessiva o esaurendoli: consumare acqua calda, in questa casa si consuma troppa energia elettrica, non consumare tutto lo zucchero, abbiamo già consumato le scorte | di macchine, impianti e sim., utilizzare per il proprio funzionamento: impianto che consuma energia elettrica, quanta benzina consuma la tua auto?
2b. spendere: ho consumato lo stipendio in visite mediche; dilapidare, dissipare: ha consumato il patrimonio familiare con investimenti sbagliati
2c. assumere: consumare un pasto al ristorante, consumare molti alcolici | ass., prendere qcs. da mangiare o da bere in locale pubblico: se non consumiamo non possiano trattenerci
2d. fig., trascorrere, impiegare un lasso di tempo in attività faticose o inutili: ha consumato la vita sui libri, ho consumato la mattina in inutili ricerche
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.