consumo

con||mo
s.m.
1584; der. di 1consumare.


AU
1a. il consumare, il consumarsi e il loro risultato
1b. la quantità di ciò che si consuma: il consumo pro capite di alcolici è ancora troppo alto; pagare a consumo: pagare soltanto ciò che si è realmente consumato | la quantità di energia elettrica, carburante, o altro materiale consumati da un apparecchio elettrico, un motore o sim. in un dato intervallo di tempo: lo scaldabagno ha un consumo di 10 chilowattora al giorno; un’utilitaria con un consumo molto basso
1c. al pl., l’insieme dei beni, delle merci che si consumano abitualmente: consumi superflui, limitare al massimo i consumi
2. TS econ. fruizione di un bene economico o di un servizio per appagare un bisogno o per produrre nuovi beni

Polirematiche

a, per uso e consumo
loc.agg.inv.
CO
loc.avv. CO per l'esclusivo interesse e vantaggio di qcn.; anche iron.: si è trovato un lavoro a suo uso e consumo
bene di consumo
loc.s.m.
TS econ.
b. destinato al consumo immediato anziché alla produzione di altri beni
civiltà dei consumi
loc.s.f.
CO
=> società dei consumi
consumi indotti
loc.s.m.
TS econ.
quelli che sono conseguenza non della domanda spontanea dei consumatori, ma di una domanda appositamente suscitata dai produttori attraverso la pubblicità
consumo improduttivo
loc.s.m.
TS econ.
c. che, come il deterioramento di una merce o la rottura di un oggetto, né direttamente né indirettamente è destinato a nuova produzione
consumo produttivo
loc.s.m.
TS econ.
c. destinato alla produzione di nuovi beni
cooperativa di consumo
loc.s.f.
TS econ.
quella costituita allo scopo di vendere ai soci e a terzi beni di consumo a prezzi più convenienti di quelli di mercato
credito al consumo
loc.s.m.
TS dir.
finanziamento delle operazioni di acquisto del pubblico in ordine a beni di consumo e a servizi di larga utenza
di consumo
loc.agg.inv.
CO
che soddisfa esigenze di svago senza proporsi fini artistici: letteratura di consumo, un film di c.
genere di consumo
loc.s.m.
CO
articolo o prodotto, spec. alimentare, destinato a essere consumato per appagare un bisogno
imposta sui consumi
loc.s.f.
TS fin.
i. indiretta applicata all’atto del consumo di beni determinati quali gas, energia elettrica, chiamate telefoniche e sim.
letteratura di consumo
loc.s.f.
CO
produzione letteraria senza particolari pretese artistiche e destinata a un vasto pubblico
società dei consumi
loc.s.f.inv.
CO
tipo di società industrializzata in cui i messaggi pubblicitari e determinate condizioni di vendita inducono all’aumento quantitativo e qualitativo delle merci consumate, al fine di incrementarne la produzione
unità di consumo
loc.s.f.inv.
TS stat.
l’individuo singolo, la famiglia, la comunità o altra forma di convivenza, considerati come soggetti di scelte di consumo
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.