copiare

co|pià|re
v.tr.
sec. XIII; der. di 1copia con 1-are.


AU 
1a. riprodurre uno scritto, trascrivere: copiare un documento, una poesia sul proprio quaderno; copiare a mano, a macchina
1b. nel linguaggio scolastico, trascrivere il lavoro già eseguito da un compagno invece di eseguirlo personalmente; anche, plagiare un testo
2. riprodurre un’immagine, spec. un’opera d’arte: gli studenti dell’Accademia copiano i quadri nei musei; copiare dal vero, disegnare, dipingere con il proprio modello davanti
3. estens., imitare qualcuno nelle parole, negli atteggiamenti, nell’abbigliamento: i fratelli minori tendono a copiare i maggiori | imitare lo stile o i concetti di un artista, uno scrittore, un regista: un attore che copia Mastroianni, questo poeta tenta di copiare D’Annunzio

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.