corporativismo

cor|po|ra|ti||ṣmo
s.m.
1893;

TS polit.
dottrina politica , economica e sociale ispirata inizialmente alle corporazioni medievali cristiane , poi ripresa dal movimento socialista e quindi dai regimi fascisti europei , fondata sul superamento e sulla negazione dei conflitti di classe attraverso l’azione di controllo dello Stato e l’organizzazione delle categorie economiche in corporazioni che rappresentano sia gli imprenditori sia i lavoratori cui sono vietati i consueti strumenti di lotta , quali la serrata e lo sciopero
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.