cortese

cor||ṣe
agg., s.m.
sec. XIII; cfr. provenz. cortes, fr. ant. corteis.

CO
1. agg. LE che presenta le qualità e i caratteri della cortesia in quanto aspetto della concezione cavalleresca medievale: o anima cortese mantovana, | di cui la fama ancor nel mondo dura (Dante); cortesi donne ebbe l’antiqua etade, | che le virtù, non le ricchezze, amaro (Ariosto)
2. agg. CO che ha modi gentili e affabili: persona cortese, ringraziamo con un brindisi il nostro cortese ospite | che rivela gentilezza e affabilità: un’accoglienza cortese
3. agg. BU lett., generoso, prodigo: esser cortese di consigli | in formule di congedo epistolare: si prega di rispondere con cortese sollecitudine
4. s.m. CO TS enol. vitigno della zona di Tortona, in provincia di Alessandria | vino bianco secco che se ne ricava, di scarsa gradazione alcolica che si presta anche alla preparazione industriale dei vermut: cortese di Gavi

Polirematiche

amor cortese
loc.s.m.
TS lett.
amore celebrato nella poesia spec. provenzale del sec. XII, rappresentato come rapporto di sudditanza del poeta-amante nei confronti della donna amata
gotico cortese
loc.s.m.
TS arte
=> gotico fiorito
poesia cortese
loc.s.f.
TS lett.
p. d’amore raffinata, fiorita nel XII secolo presso le corti di Provenza e in seguito diffusa in tutta Europa, all’origine della tradizione poetica moderna
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità