cottura

cot||ra
s.f.
sec. XIV; lat. coctūra(m), v. anche cuocere.


1. AD il cuocere, il cuocersi e il loro risultato: portare a cottura
2. TS tecn. fase di trasfomazione del legno sminuzzato in cellulosa greggia per mezzo di liscivia acida o liscivia sotto pressione
3. TS fal. difetto del legno dei tronchi tagliati e conservati per lungo tempo, per cui sulla superficie si formano macchie ad opera di un fungo
4. OB cibo cotto
5. OB bruciatura, scottatura

Polirematiche

centro di cottura
loc.s.m.
CO
cucina, organizzata su base industriale, di una ditta specializzata nella preparazione di pasti per comunità, istituzioni e sim.
fondo di cottura
loc.s.m.
TS gastr.
liquido lasciato durante la cottura da carni o pesce che, unito con il soffritto o il battuto iniziale, e con l’eventuale aggiunta di brodo, vino o acqua, viene usato sia come sugo di accompagnamento alla vivanda con cui è stato preparato, sia come base per preparare altre salse
passare di cottura
loc.v.
CO
scuocere
piano di cottura
loc.s.m.
CO
ripiano superiore delle cucine moderne dove sono allogati i fornelli o le piastre elettriche
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.