crepare

cre||re
v.intr.
ca. 1225; lat. crĕpāre, di orig. onom.

CO
1. CO fendersi, spaccarsi | BU della pelle, screpolarsi
2. CO fig., giungere al limite della resistenza, non poterne più, scoppiare: crepare di noia, di paura, abbiamo mangiato tanto da crepare; crepare dalle risa, dal ridere: ridere a crepapelle, fino a non poterne più | soffrire gravemente per qcs.: crepare di caldo, di sete, di sonno; crepare di fatica: faticare eccessivamente | tormentarsi, rodersi: crepare di rabbia, di bile, di invidia
3. CO spreg., morire: quel vecchiaccio è proprio ora che crepi!; crepare come un cane: in solitudine; crepa!, che possa crepare!, che crepi!, come imprecazione contro qcn. | in loc.pragm., crepi!, crepi il lupo!, come risposta all’augurio in bocca al lupo; crepi l’avarizia!, iron., per giustificarsi nel fare una spesa insolita; crepi l’astrologo!, per scongiurare una previsione funesta

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.