damigiana

da|mi|già|na
s.f.
1760; dal fr. dame-jeanne interpretato popolarmente come “signora Giovanna”, di orig. incerta.

CO
recipiente di vetro per contenere liquidi, spec. vino e olio, a forma di grosso fiasco, con il collo stretto e corto e il corpo panciuto, rivestito di vimini, plastica o altro materiale; anche la quantità di liquido che può esservi contenuto: ne berrei una damigiana
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità