danza

dàn|za
s.f.
av. 1237; der. di danzare.


AU 

1. AD insieme di movimenti del corpo eseguiti individualmente o collettivamente, con finalità rituali, estetiche o ludiche, generalmente in accordo con un accompagnamento musicale: danze tribali, rituali; danze folkloristiche, campestri; danze barocche, danze moderne, danze sudamericane; aprire, guidare le danze
2. CO musica che accompagna la danza: ho ascoltato le danze polacche, le danze del ’700
3. CO fig., l’accavallarsi, il sovrapporsi continuo di immagini, idee e sim.: danza di luci, di parole, di pensieri
4. TS etol. serie di movimenti rituali compiuti da alcune specie animali per comunicare fra loro


Polirematiche

danza accademica
loc.s.f.
TS cor.
=> danza classica
danza acrobatica
loc.s.f.
TS cor.
tipo di danza che si affida soprattutto a risultati di forza, resistenza e scioltezza nei movimenti potenziando l’abilità al salto in esercizi particolarmente difficili
danza classica
loc.s.f.
TS cor.
forma di espressione artistica in cui i movimenti del corpo si basano su un repertorio codificato di movimenti, passi e figure che vengono eseguiti in accordo con brani e opere spec. di musica classica
danza del ventre
loc.s.f.
TS spett.
d. femminile tipica spec. dei paesi nordafricani e mediorientali, caratterizzata da particolari movimenti dei fianchi e dei muscoli dell’addome
danza della spada
loc.s.f.
TS etnol.
d. eseguita spec. con armi bianche o bastoni, diffusa come rito propiziatorio presso vari popoli
danza delle api
loc.s.f.
TS etol.
serie caratteristica di movimenti con cui le api si scambiano informazioni sulle fonti di cibo
danza macabra
loc.s.f.
TS arte
nel Trecento e Quattorcento, soggetto iconografico tipico rappresentante la morte che danza trascinando con sé cadaveri e scheletri.
danza moderna
loc.s.f.
CO
modern dance
menare la danza
loc.v.
BU
primeggiare, farla da padrone in una situazione
teatro danza
loc.s.m.
TS teatr.
var. => teatro-danza
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità