declinare

de|cli||re
v.intr. e tr.
av. 1292; dal lat. declīnāre, comp. di de- “verso il basso” e *clināre “chinare, piegare”; nelle accezioni II 2,3 cfr. fr. décliner; nell’accez. II 4 cfr. gr. egklíno.


CO
I. v.intr. (avere)
I 1. di rilievo, scendere gradualmente verso il basso, digradare: la collina declina dolcemente verso il mare | estens., di pianeta, astro e sim., calare all’orizzonte, tramontare: fin dove il sole a riposar declina (Dante)
I 2. fig., volgere al termine: il giorno ormai declina; anche s.m.: il declinare della vita; diminuire, scemare: le forze dei soldati declinavano; abbassarsi: la febbre sta declinando; decadere: un impero che declina
I 3. BU allontanarsi da qcs., deviare; anche fig.: declinare dal bene, dalla retta via
I 4. TS astron. di ago magnetico, divergere dal piano del meridiano
II. v.tr.
II 1. BU lett., piegare verso il basso, chinare: declinare il capo | OB LE far scendere, calare con dolcezza: declinano il Marchese nel battello (Ariosto)
II 2. CO rifiutare, spec. con cortese diniego: declinare un invito, un’offerta; declinare ogni responsabilità, evitare di assumerne
II 3. TS burocr. rendere noto, dichiarare: declinare le proprie generalità
II 4. TS gramm. flettere un sostantivo, un aggettivo, un pronome o un articolo secondo lo schema della sua declinazione
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità