demiurgo

de|miùr|go
s.m.
1808; dal lat. demiūrgu(m), dal gr. dēmiourgós propr. “lavoratore pubblico”, comp. di dḗmios “pubblico” e -urgós, cfr. érgon “opera, azione”.


1. TS stor. nell’antica Grecia, nome con cui era indicato il lavoratore libero, in contrapposizione allo schiavo | magistrato di un collegio che esaminava questioni da sottoporre all’assemblea popolare
2a. TS filos. nel pensiero di Platone, l’artefice dell’universo | nelle dottrine gnostiche e neoplatoniche, l’ordinatore del mondo creato dalla divinità suprema
2b. CO estens., persona dotata di eccezionali capacità creative che esplica in ambito artistico, storico, politico, tecnico, ecc.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità