deprimere

de|prì|me|re
v.tr.
av. 1332; dal lat. deprĭmĕre, comp. di de- “verso il basso” e premĕre “premere, schiacciare”.


1. BU portare a un livello inferiore: l’alluvione ha depresso il terreno in più punti
2a. AU fiaccare, ridurre l’energia nervosa o psichica: deprimere l’aggressività, l’eccitazione, la capacità di reazione
2b. AU estens.: estenuare, indebolire: niente mi deprime come il clima afoso | fig., scoraggiare, sconfortare: i suoi silenzi la deprimono, lasciarsi deprimere dalle delusioni
2c. BU fig., umiliare, avvilire: deprimere gli avversari; rintuzzare: deprimere l’altrui arroganza
3. TS med. ridurre una funzione, l’attività di un organo e sim.: deprimere la diuresi, l’uricemia
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità