diaconessa

di|a|co|nés|sa, dia|co|nés|sa
s.f.
av. 1342; dal lat. tardo diaconĭssa(m), dal gr. diakónissa, v. anche diacono.


TS eccl. nella Chiesa cristiana primitiva, vedova o vergine cui era affidata la cura dei malati e dei poveri oltre che taluni uffici liturgici | in varie Chiese protestanti, donna nubile cui sono affidate opere di carità e di assistenza
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità