diamante

di|a|màn|te, dia|màn|te
s.m.
av. 1250; dal lat. mediev. diamante(m), alteraz. di adămas, -antis, gr. adámas, -antos.

FO
1a. minerale formato da carbonio purissimo cristallizzato che si presenta in cristalli, durissimo e trasparente, utilizzato in diverse lavorazioni industriali e in gioielleria come pietra preziosa: diamante a brillante, a rosetta, un diamante di tre carati; anello, collana di diamanti; duro come un diamante: durissimo, anche fig.
1b. gioiello, spec. anello, con tale pietra: mi ha regalato un diamante per il fidanzamento
2. TS tecn. arnese con punta di diamante, usato per tagliare il vetro
3. TS sport nel baseball, quadrato centrale del campo ai cui vertici sono collegate le basi | estens., l’intero campo
4. TS mar. punto dell’ancora in cui si aprono i due bracci
5. TS numism. moneta d’argento ferrarese coniata durante il governo del duca Ercole I d’Este, del valore di quattro soldi di marchesini, che porta raffigurato sul verso un anello con un diamante
6. TS tipogr. antica denominazione di un tipo di carattere di corpo molto piccolo
7. TS ornit.com. nome comunemente dato alle specie del genere Poephila

Polirematiche

a punta di diamante
loc.agg.inv.
TS arch.
di pietra, tagliata a piramide quadrangolare, utilizzata spec. per rivestimenti di palazzi signorili
diamante artificiale
loc.s.m.
CO
strass
nozze di diamante
loc.s.f.pl.
CO
sessantesimo anniversario di matrimonio
punta di diamante
loc.s.f.
CO
la persona più importante e valida: è la punta di diamante dell’azienda, della squadra
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità