diapason

di|à|pa|ṣon
s.m.inv.
1525; dal lat. diapăson, dal gr. diapasôn, tratto dalla loc. sumphōnía dià pasôn khordôn “accordo per mezzo di tutte le corde”.


1. TS st.mus. nell’antica Grecia, intervallo di ottava
2. TS mus. estensione dei suoni che una voce o uno strumento può percorrere dal tono più alto al più basso | CO fig., il massimo grado d’intensità, il culmine: raggiungere il diapason
3. TS mus. forcella d’acciaio che, percossa, emette la nota la, sulla quale si accordano gli strumenti musicali | il suono stesso, corrispondente a 440 vibrazioni al secondo

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità