diesis

di|è|ṣis
s.m.inv.
sec. XIV; dal lat. diĕsi(m), dal gr. díesis propr. “passaggio, intervallo”, der. di díiēmi “io passo”.


TS mus.
1. segno che, preposto a una nota, ne indica l’alterazione di un semitono ascendente
2. nell’antica Grecia: intervallo musicale più piccolo del tono

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità