difforme

dif|fór|me
agg.
1340-42; dal lat. mediev. diffōrme(m), comp. di dis- con valore privat. e -formis “-forme”.


1. CO non conforme; differente, discordante: copia difforme dall’originale
2. LE deturpato: poi che me così difforme un pezzo aveano mirata (Boccaccio)
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità