diga

|ga
s.f.
1628; dal fr. digue, dall’ol. dijk.

AD
1a. opera idraulica permanente o temporanea, in terra battuta, in muratura o in calcestruzzo, costruita attraverso un corso d’acqua per regolarne la portata o per creare un bacino artificiale da sfruttare per l’irrigazione o per la produzione di energia elettrica
1b. opera che protegge un porto
1c. opera che protegge terre litoranee dal mare: le dighe olandesi
2. fig., difesa, freno, ostacolo: opporre una diga alla delinquenza, alla corruzione

Polirematiche

diga a gettata
loc.s.f.
TS ing.civ.
d. frangiflutti costituita da grossi macigni o blocchi di calcestruzzo accumulati sul fondo marino
diga di ritenuta
loc.s.f.
TS ing.civ.
=> diga di sbarramento
diga di sbarramento
loc.s.f.
TS ing.civ.
opera di sbarramento di un corso d’acqua che determina un forte innalzamento del livello dell’acqua a monte e di conseguenza la formazione di un bacino artificiale per lo sfruttamento agricolo o industriale
diga di scogliera
loc.s.f.
TS ing.civ.
d. costituita da un accumulo di massi rocciosi collocati a breve distanza dalla costa, da un molo o da una struttura portuale come protezione dalle onde e dall’alta marea
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità