2digiuno

di|giù|no
agg., s.m.
ca. 1260 nell'accez. 2; da un più antico *gigiuno, lat. ieiūnu(m), con dissimilazione iniziale.


CO
1. agg., che non ha mangiato da tempo più o meno lungo o nell’arco di una giornata: sono digiuno da due giorni, è sera e sono ancora digiuno | vuoto di cibo: stomaco digiuno
2. agg., fig., ignaro, sprovvisto: digiuno di cognizioni storiche, filosofiche, matematiche, di poesia; essere digiuno di qcs.: non averla mai vista o provata | privo: essere digiuno di notizie, di novità
3. s.m. TS anat. => intestino digiuno
4. agg. LE avido, desideroso: con la speranza | si fece la mia sete men digiuna (Dante)

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità