1diletto

di|lèt|to
s.m.
av. 1250; der. di dilettare.


CO
1. sensazione di intenso e profondo piacere, godimento più o meno duraturo dei sensi o dello spirito: sentire diletto, arrecare, procurare un gran diletto; provare diletto nel cucinare, nel danzare, nel dipingere; trarre diletto dal criticare gli altri; prendere diletto di qcn., di qcs., trarne motivo di piacere, goderne; al pl.: i diletti dell’amore, della buona tavola
2. estens., ciò che dà piacere, che rappresenta uno svago, un divertimento: un luogo pieno di diletti, la lettura è il suo maggior diletto

Polirematiche

a diletto
loc.avv.
1. LE per diletto: la tibia d’oro… ove un’auleda | prova a diletto sua lene canzone (D’Annunzio) | secondo la propria volontà; a proprio piacimento, liberamente: a mio, a tuo, a suo diletto; amore… il quale a diletto si può torre a uno e darsi ad un altro (Boccaccio)
2. OB in giro, a spasso: andare, essere a diletto
per diletto
loc.avv.
CO
per divertimento, a scopo di svago: viaggiare per diletto, suonare solo per proprio d.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità