diminuire

di|mi|nu|ì|re
v.tr. e intr.
sec. XIII nell'accez. 2; dal lat. deminŭĕre, comp. di de- con valore raff. e minuĕre “diminuire”.


AU
1. v.tr., rendere minore di quantità, di grandezza, di numero; ridurre: diminuire i costi, la velocità
2. v.tr., nel lavoro a maglia, calare punti: diminuire le maglie; anche ass.: per fare lo scavo della manica bisogna diminuire
3a. v.intr. (essere) diventare minore, scemare, ridursi: i partecipanti sono diminuiti, il livello dell’acqua è diminuire, verso sera la luce diminuisce; il dolore, l’interesse è diminuire
3b. v.intr. (essere) calare di peso, dimagrire: è diminuito di due chili
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità