1dio

|o
s.m.
2ª metà XII sec; lat. dĕu(m).

FO
1a. nelle religioni monoteiste, essere supremo creatore dell’universo che costituisce perlopiù il fondamento della morale umana: il dio dei cristiani, degli ebrei, credere in un dio, Allah è il dio dei musulmani, le prove dell’esistenza di dio
1b. con iniz. maiusc., nella religione cristiana: l’essere supremo, creatore dell’universo, concepito come uno e trino e la cui rivelazione è contenuta nel Vecchio e nel Nuovo Testamento: D. padre onnipotente, pregare, venerare D., offendere, bestemmiare D., D. è buono e santo | anche inter.: D. buono! D. santo! D. benedetto!, spesso anche in amalgami deprecatori o blasfemi: diobuono, diobuonino, diosanto, diosantissimo, diobestia e sim. | D., che paura, che pena, che stanchezza! D., fa’ che sia vero!; per dare più efficacia a una preghiera: in nome di D., per amore di D., aiutateci!; per esprimere collera, stupore, impazienza: D. buono, basta! per D., D. santo, fatela finita con questa confusione! D. che gioia, che bellezza! | in espressioni di augurio: che D. ti assista! che D. vi benedica, vi accompagni! che D. ce la mandi buona!; per esprimere ringraziamento, riconoscenza e sim.: è andato tutto bene! D. sia lodato!; per esprimere la speranza che qcs. si avveri: D. voglia; voglia D.; volesse D. che …; piaccia a D., a D. piacendo …, se D. vuole; con l’aiuto di D.; per scongiurare qcs.: D. liberi! D. ci scampi e liberi!; per esprimere dubbio, incertezza, sfiducia e sim.: D. sa se …; D. sa quando!; per esprimere rimpianto: D. l’avesse voluto; per esprimere rassegnazione, sottomissione e sim.: come D. vuole; quando D. vorrà; per rafforzare un’affermazione: D. mi è testimone che quel che dico è vero; come è vero D., quanto è vero D. questo è successo! lo sa D. come stanno le cose; D. mi fulmini se non è vero; in imprecazioni blasfeme: per D.; per rafforzare una minaccia: quant’è vero D. gliela farò pagare; ant., in formule di ossequio: D. guardi
2. nelle religioni politeiste: ciascuno degli esseri immortali, dotati di poteri e attributi particolari: il dio dell’amore, della guerra, gli dei pagani, gli dei della mitologia greca, slava, germanica | rappresentazione artistica di tale essere: al museo è esposto un dio Horus di argilla
3. CO persona o cosa, oggetto di culto e di venerazione: i soldi sono il suo unico dio, Napoleone era il suo dio
4. CO fig., persona dotata di qualità eccezionali: quando suona è un dio, in fisica è un dio, è bravissimo

Polirematiche

Agnello di Dio
loc.s.m.
1. CO per anton., nel cristianesimo, Gesù Cristo in quanto vittima sacrificale innocente
2. TS lit. nella liturgia cattolica, formula ripetuta tre volte mentre si spezza il pane eucaristico | => agnus Dei
andare con Dio
loc.v.
CO
come benedizione alla partenza di qcn.: vai con Dio!
ben di Dio
loc.s.m.
CO
abbondanza di beni, spec. di cibi: in tavola c’era ogni bene di Dio
buon Dio
loc.s.m.
loc.inter. CO
1. loc.s.m., Dio in quanto misericordioso
2. loc.inter., esclamazione per esprimere impazienza, sconforto e sim.
castigo di Dio
loc.s.m.
CO
disgrazia, grossa calamità che si attribuisce alla volontà divina: la siccità è stata un vero castigo di Dio | fig., scherz., persona noiosa e molesta | fig., scherz., vendicatore.
città di Dio
loc.s.f.
CO
solo sing., per anton., anche con iniz. maiusc., il paradiso
come Dio comanda
loc.avv.
CO
nel modo migliore, bene: fare qcs. come Dio comanda; abbiamo mangiato come Dio comanda
come Dio la manda
loc.avv.
CO
colloq., con riferimento a precipitazioni atmosferiche, violentemente, a più non posso: piove, grandina come Dio la manda
come Dio l’ha fatto
loc.agg.inv.
CO
completamente nudo; anche come rafforzativo: nudo come Dio l'ha fatto
come Dio volle
loc.avv.
CO
finalmente, alla fine: come Dio volle riuscimmo a partire per le vacanze!
come Dio vuole
loc.avv.
CO
nel modo migliore, necessario, a regola d’arte: il lavoro va fatto come Dio vuole | anche loc.pragm., per attenuare un’affermazione: come Dio vuole siamo partiti
Dio mio
loc.inter.
CO
mio Dio.
dito di Dio
loc.s.m.
CO
castigo divino
figlio di Dio
loc.s.m.
TS teol.
nel cristianesimo, l’essere umano | per anton., spec. con iniz. maiusc., Gesù Cristo
flagello di Dio
loc.s.m.
CO
grande calamità, sciagura, spec. intesa come un castigo che Dio manda agli uomini | persona che provoca enormi disastri, stragi e sim.: Attila, flagello di Dio.
fuori della grazia di Dio
loc.agg.inv.
CO
alterato, fuori di sé
giudizio di Dio
loc.s.m.
TS stor.
=> ordalia
grazia di Dio
loc.s.f.
CO
fam., abbondanza, ricchezza di cose buone, utili: in casa c’è ogni grazia di Dio; è un peccato sprecare tanta grazia di Dio
grazie a Dio
loc.inter.
CO
esprime compiacimento, soddisfazione per la buona riuscita di qcs.
in grazia di Dio
loc.avv.
CO
loc.agg.inv. CO senza peccato mortale: vivere, morire, essere in grazia di Dio
ira di Dio
loc.s.f.
CO
1. persona o cosa terribile: combinare un’ira di Dio | dire un’ira di Dio su qcn., dirne tutto il male possibile
2. grande confusione, finimondo: fare, scatenare un’ira di Dio
3. prezzo spropositato: quell’automobile costa un’ira di Dio
madre di Dio
loc.s.f.
CO
solo sing., per anton., anche con iniz. maiusc., la Madonna
mandare con Dio
loc.v.
CO
mandare in santa pace
mano di Dio
loc.s.f.
CO
aiuto tempestivo e provvidenziale: è stata proprio la mano di Dio a toglierci dai guai!
messo di Dio
loc.s.m.
BU
angelo
ministro di Dio
loc.s.m.
1. CO sacerdote
2. LE con riferimento a sovrani, profeti, angeli o entità personificate, chi rappresenta o è strumento della volontà divina: andar dinanzi al primo | ministro, ch’è di quei di paradiso (Dante)
mio Dio
loc.inter.
CO
esclamazione per esprimere impazienza, sconforto, spavento, ecc.
morte di Dio
loc.s.f.
TS relig.
movimento americano che accoglie posizioni agnostiche o atee accanto ai principi del cristianesimo
offrirsi a Dio
loc.v.
CO
consacrarsi, prendere l’abito religioso.
parola di Dio
loc.s.f.
TS relig.
l’insieme degli insegnamenti e delle norme di vita cristiana contenuti nelle Sacre Scritture
per grazia di Dio
loc.avv.
CO
fam., per fortuna: ha passato l'esame per grazia di Dio
per l’amor di Dio
loc.inter.
CO
esclamazione che esprime preghiera o contrarietà e impazienza.
raccomandare l’anima a Dio
loc.v.
CO
prepararsi a morire, spec. con valore iperb., per indicare che si sta affrontando una situazione molto rischiosa o per minacciare qcn.: durante quel volo ho raccomandato l'anima a Dio; se hai sbagliato di nuovo, puoi raccomandare l'anima a Dio!
regno di Dio
loc.s.m.
CO
regno dei cieli
rendere l’anima a Dio
loc.v.
CO
morire
senza Dio
loc.s.m. e f.inv.
CO
chi non crede in Dio | estens., spreg., chi è senza scrupoli e senso morale: essere un senza Dio privo di coscienza | anche loc.agg.inv.: gente senza Dio
servo dei servi di Dio
loc.s.m.
TS eccl.
nella intitolazione dei documenti pontifici, formula in uso fin dal sec. IX per denominare il papa
servo di Dio
loc.s.m.
CO
persona devota e religiosa
sposa di Dio
loc.s.f.
CO
solo sing., per anton., appellativo della Chiesa cattolica
timorato di Dio
loc.agg.
CO
che rispetta Dio e ha timore di offenderlo e quindi si conforma alla sua volontà: una fanciulla timorata di Dio.
timore di Dio
loc.s.m.
TS teol.
sottomissione e riverenza fiduciosa dell’uomo verso Dio, che costituisce uno dei sette doni dello Spirito Santo | essere senza timore di Dio: non avere freni morali
tregua di Dio
loc.s.f.
TS stor.
nel Medioevo, istituto di diritto canonico che prevedeva la sospensione delle ostilità durante la Quaresima e l’Avvento, pena la scomunica
Unigenito figlio di Dio
loc.s.m.
CO
per anton., solo sing., Gesù Cristo.
uomo di Dio
loc.s.m.
CO
u. ispirato da Dio | estens., uomo religioso e devoto
uomo Dio
loc.s.m.
TS relig.
Dio che si fa uomo attraverso Cristo
vicario di Dio
loc.s.m.
TS eccl.
=> vicario di Cristo
viva Dio
loc.inter.
BU
var. => vivaddio
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità