discorrere

di|scór|re|re
v.intr.
av. 1347; dal lat. discŭrrĕre propr. “correre di qua e di là”, v. anche correre.


CO
1a. trattare un argomento evitando sia l’enfasi oratoria sia il tono futile e leggero, parlare diffusamente, conversare: discorrere del più e del meno; discorrere di politica
1b. parlare, discutere: con lui non si può discorrere | anche s.m.: fare un gran discorrere, parlare a lungo di un argomento attribuendogli eccessiva importanza
2. BU lett., intrattenersi con un’altra persona con familiarità; essere in rapporti affettuosi; essere fidanzati: dovevo sposare oggi una giovine, alla quale discorrevo, fin da quest’estate (Manzoni)
3a. LE spostarsi rapidamente: quale per li seren tranquilli e puri | discorre ad ora ad or subito foco (Dante)
3b. LE passare da un concetto all’altro, cercare di ricordare velocemente: col pensier discorre | dove sia per uscir via più sicura (Ariosto)

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità