disgrazia

di|ṣgrà|zia
s.f.
ca. 1274; der. di grazia con 2dis-.


AU 
1. perdita del favore, della benevolenza altrui; condizione di chi ha perso il favore, la benevolenza altrui: essere, cadere, venire in disgrazia; avere qcn. in disgrazia, negargli il proprio favore; essere, trovarsi in disgrazia di Dio, in peccato mortale
2a. sfortuna, sventura, cattiva sorte: essere perseguitato dalla disgrazia; portare disgrazia, essere causa di sventure | disgrazia volle che cadessi, malauguratamente successe che cadessi | per disgrazia, per un caso sfortunato: ha preso in mano un bicchiere e per disgrazia gli è caduto | per mia disgrazia, sfortunatamente per me
2b. fatto doloroso, dannoso; incidente, infortunio: accadere, succedere, capitare una disgrazia | avvenimento spiacevole e involontario; inconveniente, contrattempo: non l’ho fatto apposta, è stata una disgrazia; che disgrazia, mi si è rotta l’automobile
3. OB mancanza di grazia; bruttezza

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità