1disgraziato

di|ṣgra|zià|to
agg., s.m.
av. 1310; der. di disgrazia con 1-ato.

CO
1. agg. , perseguitato dalla sfortuna, sventurato: una persona, una famiglia disgraziata; è proprio disgraziato, gli riesce tutto male | che ha menomazioni fisiche o gravi malattie: è nato disgraziato | in frasi escl. per esprimere rimprovero, biasimo nei confronti di qcn.: disgraziato, cosa hai fatto?
2a. agg. , di qcs., che ha avuto un esito negativo, mal riuscito: un’impresa disgraziata; un viaggio, un matrimonio disgraziato | che provoca dolore, infelicità: un avvenimento disgraziato | pieno di disgrazie: un anno disgraziato | che non ha avuto successo: un’idea disgraziata; un romanzo disgraziato
2b. agg. , difficile da risolvere, imbrogliato: situazione disgraziata
3. agg. OB privo di grazia; sgraziato
4a. s.m. CO persona infelice, che suscita pietà, compassione: un povero disgraziato
4b. s.m. CO persona vile, malvagia: non dar retta a quel disgraziato
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità