disporre

di|spór|re
v.tr. e intr.
2ª metà XIII sec; lat. dispōnĕre, v. anche porre.


FO
1. v.tr., collocare secondo un certo ordine o criterio: disporre le maglie in un cassetto, i libri nello scaffale; disporre le truppe in campo
2. v.tr., allestire, preparare: disporre la camera per gli ospiti; predisporre, rendere idoneo: disporre il corpo a una fatica fisica
3. v.tr., fig., mettere in una determinata condizione d’animo: disporre benevolmente, sfavorevolmente; rendere propenso, incline: disporre i giudici alla comprensione
4. v.tr., stabilire ufficialmente, deliberare: disporre un incremento dei prezzi, disporre una revoca; anche ass.: disporre per il meglio, ho disposto secondo le sue volontà
5a. v.intr. (avere) avere la facoltà di servirsi liberamente di qcs. o di qcn.: dispone di un grosso patrimonio; il padrone disponeva impunemente degli schiavi | in formule di cortesia, fare affidamento su qcn.: puoi disporre di me in qualsiasi momento
5b. v.intr. (avere) di un edificio o un ambiente, avere come dotazione o come pertinenza: la villa dispone di un ampio giardino, l’albergo dispone di piscina
6. v.intr. (avere) TS comm., banc. obbligare mediante assegni bancari, tratte, versamenti telegrafici e sim.: disporre su, a carico di una banca, un ente, una persona
7. v.tr. OB deporre, dimettere, spec. da un carica
8. v.tr. OB esporre; spiegare, interpretare
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità