dissimilazione

dis|si|mi|la|zió|ne
s.f.
sec. XIV; da assimilazione con sovrapp. di 2dis-.


1. OB dissomiglianza
2. BU il dissimilarsi e il suo risultato | TS fon. fenomeno di differenziazione tra suoni uguali o simili che si trovino vicini, ma non necessariamente contigui, nella stessa parola (ad es. la prima n del lat. venenum si dissimila in l nell’it. veleno)
3. TS psic., sociol. in psicologia sociale, resistenza di alcuni individui ad assimilare modelli sociali o culturali del gruppo di cui fanno parte

Polirematiche

dissimilazione a contatto
loc.s.f.
TS fon.
d. in cui i suoni interessati sono a contatto
dissimilazione a distanza
loc.s.f.
TS fon.
d. in cui i suoni interessati non sono a contatto
dissimilazione consonantica
loc.s.f.
TS fon.
d. in cui i suoni interessati sono consonanti
dissimilazione progressiva
loc.s.f.
TS fon.
d. in cui il fonema dissimilato segue quello che rimane inalterato (ad es. la seconda r del lat. armarium si dissimila in d nell’it. armadio)
dissimilazione regressiva
loc.s.f.
TS fon.
d. in cui il fonema dissimilato precede quello che rimane inalterato (ad es. la prima r del lat. arbor si dissimila in l nell’it. albero)
dissimilazione sintattica
loc.s.f.
TS fon.
d. di suoni uguali o simili che si trovino in due parole a contatto
dissimilazione vocalica
loc.s.f.
TS fon.
d. in cui i suoni interessati sono vocali.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità