dittongo

dit|tòn|go
s.m.
ca. 1528; dal lat. tardo diphtŏngu(m), dal gr. díphthoggos “doppio suono”, comp. di di- “due” e phthóggos “suono”.

TS fon.
unione nella stessa sillaba di due vocali o di una vocale e una semivocale

Polirematiche

chiusura di un dittongo
loc.s.f.
TS fon.
=> monottongazione
dittongo ascendente
loc.s.m.
TS fon.
d. in cui la vocale tonica è in seconda posizione (per es. piàga)
dittongo discendente
loc.s.m.
TS fon.
d. in cui la vocale tonica è in prima posizione (per es. làico)
dittongo improprio
loc.s.m.
TS fon.
digramma o trigramma vocalico che ha perso da tempo, o non ha mai avuto, la pronuncia dittongata (per es. il fr. ou /u/ e eau /o/)
dittongo mobile
loc.s.m.
TS gramm.
in italiano, ciascuno dei due dittonghi ie e uo in sillabe toniche che alternano rispettivamente con e e o in sillaba atona nelle forme flesse della stessa parola (per es. muovere, movendo) o nelle forme derivate (per es. piede, pedata).
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità