dividere

di||de|re
v.tr.
av. 1250; dal lat. dīvĭdĕre.

FO
1a. scomporre, distinguere in parti: dividere un numero; dividere un terreno in lotti, dividere una parola in sillabe
1b. separare in più parti, ambienti, ecc., spec. mediante una struttura architettonica, un elemento mobile, ecc.: dividere una stanza con un tramezzo di cartongesso | fare da confine, da elemento divisore: le Alpi dividono l’Italia dalla Francia
2. ripartire in gruppi: i partecipanti furono divisi in squadre
3a. separare, distinguere: dividere le mele acerbe dalle mature
3b. allontanare, tenere distante: dividere il bambino dalla madre | dividere due litiganti, intervenire fra loro per far cessare la lite
4. distribuire, spartire: dividere il bottino, un’eredità, il guadagno | ripartire equamente: dividere le spese di un viaggio | avere o fruire in comune con altri: divido l’alloggio con altre ragazze
5. fig., condividere un sentimento, uno stato d’animo e sim.: dividere le gioie, i dolori; non avere nulla da dividere con qcn., non voler avere nulla a che fare con lui
6. fig., rendere reciprocamente ostili costituendo elemento di rivalità e discordia: l’odio divise gli animi
7a. TS mat. calcolare quante volte un numero ne contiene un altro: dividere 20 per 5; anche ass.: qui devi dividere e non moltiplicare!
7b. TS mat. essere contenuto un numero intero di volte in un altro numero intero: il 3 divide 12 volte il 36
8. TS agr. nel contratto di mezzadria, spartire i prodotti agricoli tra il colono e il proprietario
9. OB descrivere punto per punto, secondo il modo medievale di commentare
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità