dolente

do|lèn|te
p.pres., agg., s.m. e f.

1. p.pres. => dolere
2a. agg. CO che duole: la parte dolente; dolorante: era tutto dolente per la caduta
2b. agg. CO fig., addolorato, dispiaciuto: sono dolente per l’accaduto; la vedova dolente, spec. in partecipazioni o epitaffi funebri
3. agg. LE afflitto, angosciato: vedrai gli antichi spiriti dolenti (Dante)
4. s.m. e f. LE chi soffre per dolori fisici o pene morali: nessun dolente al mondo | da noi fu consolato (D’Annunzio) | OB LE persona malvagia, ingannatore: questo dolente abbandona una per volere… andare in zoccoli all’asciutto (Boccaccio)

Polirematiche

città dolente
loc.s.f.
LE
solo sing., per anton., l’inferno
dolenti note
loc.s.f.pl.
CO
fatti, eventi, circostanze spiacevoli (da una lettura popolare di Dante: ora incomincian le dolenti note | a farmisi sentire).
punto dolente
loc.s.m.
1. TS med. => punto nevralgico
2. CO fig., l’aspetto più delicato e problematico di una questione, di una situazione: toccare un punto dolente
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità