1dotto

dòt|to
p.pass., agg., s.m.

1. p.pass. LE => docere
2a. agg. CO di qcn., che ha una grande cultura, in senso assoluto o in un dato campo del sapere; colto, erudito: un uomo dotto; essere dotto in filosofia, in legge, in matematica; la Dotta, per anton., la città di Bologna per le sue antiche tradizioni culturali
2b. agg. LE estens., informato, istruito: facesti come quei che va di notte, | che… | dietro sé fa le persone dotte (Dante)
3a. agg. CO di qcs., che denota cultura: una dotta citazione | ricco di cultura o dottrina, erudito: libri, testi dotti; studi dotti
3b. agg. CO che appartiene alle classi colte, che ha origine colta: poesia dotta; leggende di tradizione dotta
4. s.m., persona di grande cultura: una disputa tra dotti; spreg., saccente: non fare il dotto!

Polirematiche

arma dotta
loc.s.f.
TS milit.
spec. al pl., l’artiglieria o il genio
lingua dotta
loc.s.f.
TS ling.
l. letteraria di tradizione scritta
parola dotta
loc.s.f.
TS ling.
p. che, introdotta nel lessico attraverso prestiti o calchi da lingue scritte di grande prestigio culturale (ad es. per l’italiano dal greco e dal latino), non ha subito l’evoluzione fonetica del lessico di base
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità