elemosina

e|le||ṣi|na
s.f.
av. 1342; dal lat. tardo eleemŏsўna(m), dal gr. eleēmosúnē, der. di eleḗmōn “misericordioso”.

AD
1. dono fatto per carità, soccorso materiale ai poveri e ai bisognosi: fare, chiedere l’elemosina | anche fig., spreg., compenso o favore ritenuto degradante e offensivo per chi lo riceve: non ho bisogno della tua elemosina!
2. offerta fatta in chiesa a ordini e istituti religiosi o per la celebrazione di funzioni religiose

Polirematiche

all’elemosina
loc.avv.
CO
in miseria: ridursi, essere all’e.
cassetta delle elemosine
loc.s.f.
CO
c. dotata di una fessura attraverso cui inserire le monete, posta solitamente nelle chiese per raccogliere le elemosine dei fedeli
chiedere l’elemosina
loc.v.
CO
mendicare
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.