esilio

e|ṣì|lio
s.m.
1304-08; dal lat. exsĭlĭu(m), der. di exsul “esule”.

AD
1a. pena consistente nell’espatrio obbligato: condannare un cittadino all’esilio, esilio temporaneo, revocare l’esilio, patire l’esilio| espatrio volontario, spec. per motivi politici: anziché piegarsi al regime, scelsero l’esilio | estens., allontanamento forzato da un luogo
1b. condizione di esule
1c. periodo o luogo in cui si è esiliati: l’opera fu scritta durante l’esilio, morire in esilio, richiamare dall’esilio
2. fig., vita ritirata e solitaria
3a. LE l’oltretomba: da quale esilio torna a questa vita (D’Annunzio)
3b. LE la vita terrena, in contrapposizione alla beatitudine celeste: ed essa da martiro | e da essilio venne a questa pace (Dante)

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.