esplodere

e|splò|de|re
v.intr. e tr.
av. 1758; dal lat. explōdĕre “mandare via battendo le mani”, comp. di ex- “fuori, da” e plodĕre, var. di plaudĕre “battere le mani”; nell’accez. 1 cfr. fr. exploser.


AU
1. v.intr. (essere) scoppiare: la bomba è esplosa con fragore, il gas fuoriuscito dalla bombola esplose; provocare un’esplosione, saltare in aria: far esplodere un deposito di munizioni
2. v.intr. (essere) fig., manifestarsi in modo improvviso e con forza: il temporale sta per esplodere in tutta la sua violenza, è esploso il caldo; è esplosa la moda dei telefoni cellulari | di sentimenti e sim., rivelarsi bruscamente o vivacemente: il suo buonumore esplose in una risata, l’assemblea esplose in un applauso; di qcn., sbottare: dopo essersi frenato a lungo esplose in una bestemmia sonora; dare in escandescenze: mi ha fatto così arrabbiare che sono esploso e l’ho cacciato via
3. v.tr., sparare: il poliziotto ha esploso dei colpi in aria contro i ladri
4. v.tr. TS inform. riportare un file compresso per mezzo di un apposito programma alle dimensioni originali
5. v.tr. OB di un errore, un pregiudizio e sim., eliminare
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.