espungere

e|spùn|ge|re
v.tr.
av. 1704; dal lat. expŭngĕre propr. “separare con punti”, comp. di ex- “fuori, da” e pungĕre “segnare con un punto” per l’uso antico di cancellare segnando con punti la parte da eliminare.


1. TS filol. sopprimere, eliminare da un testo, perché spurio o interpolato: espungere una parola, un passo
2. BU cancellare da uno scritto, da un elenco | estens., togliere, sopprimere
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.