estremità

e|stre|mi|
s.f.inv.
1294; dal lat. extremitāte(m), v. anche estremo.


AU
1. parte, punto estremo: estremità di una superficie, del tavolo, andare da un’estremità all’altra del territorio | apice, punta: estremità di una linea, di una lancia, l’estremità delle dita
2. al pl., i piedi e le mani: avere le estremità fredde; rar., le gambe e le braccia | TS zool. gli arti del corpo dei Tetrapodi, quali mani e piedi nei primati, ali negli uccelli ecc.
3. LE fig., limite temporale, fine: a l’estremitade de la vita (Dante)
4. LE grado massimo, estremo: Federigo non ristringeva le sue cure a questa estremità di patimenti (Manzoni)
5. LE situazione di difficoltà, di bisogno estremo: e venne a tanta estremitade un giorno, | che n’andò quasi al suo nimico in mano (Ariosto)
6. TS arald. rostro, lingua, denti, artigli, corna o coda di animale raffigurato su uno stemma

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.