1favola

|vo|la
s.f.
sec. XIII; dal lat. fabŭla(m), der. di fāri "parlare", v. anche fiaba e fola.


AU 
1a. breve racconto fantastico con intento morale i cui protagonisti sono per lo più animali, piante, esseri inanimati: le favole di Esopo, di Fedro; la favola della volpe e l’uva
1b. estens., fiaba: regalare un libro di favole
1c. BU estens., leggenda, mito: le favole degli antichi eroi, le favole pagane
2. AD cosa non vera, inventata, fandonia: sono tutte favole!, è capace solo di raccontar favole | chiacchiera, diceria: in paese ci sono molte favole sul suo conto; oggetto di chiacchera: essere la favola del paese, essere sulla bocca di tutti | LE cosa frivola, vana; discorso inutile: non ha Fiorenza tanti Lapi e Bindi | quante sì fatte favole per anno | in Pergamo si gridan quinci e quindi (Dante)
3. TS lett. commedia, rappresentazione drammatica: favola pastorale
4. BU trama, argomento di un componimento letterario | TS lett. => 2fabula
5. LE corso della vita umana: la mia favola breve è già compita (Petrarca)
6. CO persona o cosa particolarmente bella, affascinante: quella ragazza è una favola!, il mare oggi è una favola


Polirematiche

da favola
loc.agg.inv.
CO
particolarmente bello: ho comprato un vestito da favola, è una ragazza da favola
favola sibaritica
loc.s.f.
TS lett.
ognuna delle favole aventi come protagonisti uomini anziché animali, note fin dall’antichità e tradizionalmemte attribuite agli abitanti di Sibari.
morale della favola
loc.s.f.
CO
insegnamento che si trae da un fatto, da una vicenda, da una esperienza e sim.: la morale della favola è che tocca fare tutto a me; anche come inciso: così, morale della favola, non siamo partiti
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.