frase

frà|ṣe
s.f.
av. 1556; dal lat. phrăsi(m), dal gr. phrásis, der. di phrázō “dico”.


1. FO espressione linguistica dotata di senso compiuto: frase interrogativa, frase esclamativa, imperativa | TS ling. sequenza di lessemi o, secondo un’altra terminologia, di morfi, spec. sintatticamente connessi, prevista dal sistema linguistico e tale da poter essere realizzata dando luogo a un enunciato di senso compiuto e da risultare relativamente indipendente da altre eventuali sequenze di uno stesso testo o di uno scambio dialogico; nella grammatica generativa, unione di un sintagma nominale e di un sintagma verbale
2. FO espressione, locuzione: una frase gentile, senza senso, di circostanza
3. TS mus. parte del discorso musicale costituita dall’ordinato raggruppamento di più nuclei melodici e avente senso più o meno compiuto
4. TS inform. successione finita di simboli che rappresenta un’istruzione

Polirematiche

frase anagrammata
loc.s.f.
TS enigm.
gioco in cui bisogna anagrammare una frase invece di una singola parola
frase composta
loc.s.f.
TS ling.
frase costituita da più proposizioni coordinate o subordinate e, se queste non sono frasi nominali, da più verbi di modo finito
frase fatta
loc.s.f.
CO
espressione convenzionale, spec. logorata dall’uso: parlare per frasi fatte e luoghi comuni
frase idiomatica
loc.s.f.
TS ling.
locuzione sintatticamente e lessicalmente cristallizzata, tipica di una lingua o di un dialetto, il cui significato non è ricavabile dai significati propri dei singoli costituenti (per es.: perdere le staffe)
frase nominale
loc.s.f.
TS gramm.
proposizione in cui manca il predicato verbale (per es.: moto ondoso in aumento, sabato trippa, mal comune mezzo gaudio)
frase nucleare
loc.s.f.
TS gramm.
=> nucleo della frase
frase nucleo
loc.s.f.
TS gramm.
=> nucleo della frase
frase predicativa
loc.s.f.
TS gramm.
f. costituita dal predicato verbale o nominale (es.: andiamo?; bellissimo!)
frase presentativa
loc.s.f.
TS gramm.
f. consistente nel solo predicato che presenta un evento o introduce un soggetto sintattico nel discorso (per es.: è eruttato il vulcano, è partito Marco)
frase scissa
loc.s.f.
TS gramm.
costruzione della frase in cui, rispetto a un ordine delle parole ritenuto normale o non marcato (per es. Gianni è andato di corsa a casa, Gianni mangia una mela), un elemento è dislocato in testa e messo in rilievo con varie procedure (per es. è a casa che Gianni è andato di corsa, è di corsa che Gianni è andato a casa, è la mela quel che Gianni ha mangiato)
frase segmentata
loc.s.f.
TS gramm.
=> frase scissa
frase semplice
loc.s.f.
TS gramm.
f. costituita da una sola predicazione, da una sola proposizione e, se questa è espressa da un verbo, da un solo verbo di modo finito
frase verbale
loc.s.f.
TS gramm.
f. che contiene un predicato verbale.
intonazione di frase
loc.s.m.
TS ling.
variazione del tono di voce nella pronuncia di una sequenza di parole avente sia funzione significativa (per esprimere ad es. il tono interrogativo o esclamativo) sia funzione espressiva (per esprimere ad es. gioia, collera, dolore, ecc.)
inversione di frase
loc.s.f.
TS enigm.
gioco che consiste nella lettura di una frase al contrario, nella modificazione dell’ordine delle parole o in uno scambio di desinenze
nucleo della frase
loc.s.m.
TS gramm.
nella grammatica generativa, frase formata dai soli costituenti elementari che, nella frase dichiarativa, sono il soggetto e il predicato
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.