fulminare

ful|mi||re
v.tr. e intr.
1ª metà XIV sec; dal lat. fŭlmĭnāre, v. anche fulmine.


CO
1. v.tr., colpire, abbattere con un fulmine: la quercia fu fulminata durante il temporale; in formule di giuramento o in imprecazioni: che il cielo mi fulmini se non è vero, Dio ti fulmini!
2a. v.tr., estens., uccidere sul colpo, colpire mortalmente: fulminare qcn. con una fucilata; la raffica di mitra lo ha fulminato | investire con una scarica elettrica, folgorare: è stato fulminato dall’alta tensione
2b. v.tr., fig., colpire con violenza e all’improvviso: fulminare qcn. con un pugno | fig., nel linguaggio calcistico, sorprendere con un tiro imprendibile: fulminare il portiere avversario
3. v.tr., fig., mortificare, annichilire, raggelare con lo sguardo: fulminare qcn. con gli occhi
4. v.tr. LE lanciare con forza, scagliare; anche fig.: fulminato uno sguardo in giro su tutto l’uditorio (Manzoni)
5. v.tr. OB spec. nel linguaggio ecclesiastico, promulgare in forma solenne; infliggere: fulminare una condanna, un anatema, una scomunica
6. v.intr. (essere o avere) CO impers., cadere fulmini, lampeggiare: ha tuonato e fulminato tutta la notte
7. v.intr. (avere) TS sport nel calcio, tirare in modo imparabile: fulminare in porta
8. v.intr. (essere o avere) OB LE avanzare a gran velocità, muoversi rapidamente: subito smonta e fulminando passa (Ariosto)
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.