1galla

gàl|la
s.f.
av. 1320; lat. gălla(m) “escrescenza (delle piante ghiandifere)”, poi “ghianda”, cfr. fr. galle.


1. TS bot. rigonfiamento, deformazione delle foglie, dei rami e delle radici delle piante provocato da parassiti animali o vegetali
2. BU fig., persona o cosa leggera, inconsistente
3. TS med. piccola vescica che si forma sulla pelle, spec. a causa di una scottatura
4. TS vet. => 2molletta
5. OB LE estens., ghianda: porci più degni di galle | che d’altro cibo fatto in uman uso (Dante) | pillola a forma di ghianda: comperò una libra di belle galle (Boccaccio)

Polirematiche

a galla
loc.avv.
CO
a fior d’acqua, alla superficie: essere, risalire a galla
noce di galla
loc.s.f.
TS bot.com.
escrescenza ricca di tannino provocata, spec. sulle gemme delle querce, da un insetto della famiglia dei Cinipidi e usata come astringente, nella preparazione di inchiostri e in tintoria
reggersi a galla
loc.v.
CO
stare a galla
restare a galla
loc.v.
CO
1. galleggiare
2. fig., riuscire a districarsi con disinvoltura in qualsiasi situazione critica: malgrado le traversie, è restato a galla
stare a galla
loc.v.
CO
1 galleggiare
2 fig., riuscire a salvarsi, a barcamenarsi in una situazione difficile, spec. dal punto di vista economico: malgrado la crisi economica l'azienda è riuscita a s. a galla  
tenersi a galla
loc.v.
CO
fare o guadagnare ciò che basta per vivere o per far fronte agli impegni | non lasciarsi travolgere dagli eventi
tornare a galla
loc.v.
CO
risalire in superficie: è tornato a galla dopo pochi minuti | fig., spec. di una questione dimenticata o taciuta, ripresentarsi, far nuovamente parlare di sé: la verità sta pian piano tornando a galla
venire a galla
loc.v.
CO
scoprirsi, manifestarsi: la verità venne presto a galla
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità