generico

ge||ri|co
agg., s.m.
av. 1563; der. di genere con -ico.


AU
1a. agg., che riguarda un intero genere e non i singoli elementi o individui: caratteri generici
1b. agg., estens., che manca di determinatezza: muovere accuse generiche, spiegazioni generiche, un discorso troppo generico
2. agg., di qcn., che esercita un mestiere o una professione senza essere specializzato in un settore particolare: operaio, medico generico
3. s.m. TS cinem., teatr. attore cui vengono affidate piccole parti di vario genere; anche agg.: attore generico

Polirematiche

attenuante generica
loc.s.f.
TS dir.
a. a discrezione del giudice in quanto non indicata esplicitamente dalla legge
farmaco generico
loc.s.m.
TS farm.
f. costituito da un principio attivo il cui brevetto è scaduto e che può essere immesso sul mercato non più come specialità medicinale con propria denominazione, ma con la denominazione comune e a un prezzo contenuto
generico di categoria
loc.s.m.
TS burocr.
termine con cui, nella classificazione professionale, si indica il manovale
medico generico
loc.s.m.
CO
m. non specialistico, che cura pazienti non gravi e che, se occorre, richiede l’intervento di specialisti
prova generica
loc.s.f.
TS dir.
p. che riguarda l’accertamento della commissione di un reato
sul generico
loc.avv.
CO
mantenendosi sulle generali, senza entrare in particolari, senza approfondire: restare, rimanere, tenersi sul g.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.