gesso

gès|so
s.m.
sec. XIII; lat. gўpsu(m), dal gr. gúpsos.


1. AU polvere biancastra farinosa che, mescolata con acqua, ha la proprietà asciugandosi di indurirsi, con svariati impieghi, spec. nell’edilizia, nelle arti figurative, nella preparazione di stucchi, calchi, ecc.: una statuetta, un busto di gesso, modellare in gesso; in funz. agg.inv., di tonalità di bianco, simile a quella di tale materiale: bianco gesso | TS mineral. minerale incolore o bianco, costituito da solfato di calcio idrato, spec. in cristalli geminati o a masse granulose e lamellari, che cristallizza nel sistema monoclino
2. CO opera d’arte realizzata, modellata o riprodotta in tale materiale: sala, museo dei gessi, il gesso del Mosè di Michelangelo
3. CO ingessatura: tenere il gesso per un mese
4. TS giochi nel biliardo, cubetto che viene sfregato sulla punta della stecca perché non scivoli nel colpire la palla
5. TS sart. piastrina di steatite usata dai sarti per segnare sulle stoffe linee di taglio, cucitura e sim.

Polirematiche

calma e gesso
loc.inter.
CO
fam., calma e sangue freddo
di gesso
loc.agg.inv.
CO
attonito, basito: rimanere, restare, rimanerci di gesso
gesso da presa
loc.s.m.
TS industr.
g. cotto a temperatura molto bassa in forni speciali, usato spec. per lavori di muratura, stucchi, statue e sim.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità