giorno

giór|no
s.m.
sec. XII; lat. diŭrnu(m) “giornaliero, diurno”, der. di dies.


1a. FO periodo di 24 ore fra una mezzanotte e la successiva: la settimana ha sette giorni; il primo, l’ultimo giorno del mese; il giorno 2 di luglio (abbr. g.) | pare, sembra un giorno, di qcs. successo da molto ma che sembra vicino nel tempo | che giorno è oggi?, che giorno era ieri?, per sapere a quale giorno della settimana o del mese corrisponde il giorno in questione | un giorno, in un giorno imprecisato, passato o futuro; uno di questi giorni, un giorno futuro imprecisato ma abbastanza vicino; in questi giorni, in questo periodo | TS astron. periodo di tempo impiegato dalla Terra per compiere una rotazione intorno al proprio asse
1b. FO periodo di 24 ore, calcolato a partire da una qualsiasi ora: la nave parte alle cinque e ci mette un giorno ad arrivare
2a. FO periodo di luce fra l’alba e il tramonto: lavorare di giorno e uscire la sera | con riferimento alla luce o al sorgere del sole: è giorno, è giorno fatto, pieno, fa chiaro; alzarsi prima di giorno, prima dell’alba; è ancora giorno, c’è ancora luce
2b. FO giornata, spec. con riferimento alle condizioni del tempo o ai fatti che la caratterizzano: un giorno sereno, freddo; un giorno di pioggia, di sole
3. FO giornata in cui si festeggia, si celebra qcs.: il giorno di Natale, di Pasqua; il giorno dei morti, di san Valentino
4. FO cammino, distanza percorsi in una giornata: Parigi è a un giorno di treno da qui
5. FO spec. al pl., periodo storico, fase della vita di qcn.: i giorni della rivoluzione, i giorni felici dell’infanzia; gli ultimi giorni del fascismo, l’ultimo periodo, la fine; ai miei, ai vostri giorni, quando ero giovane, quando eravate giovani, ai miei, ai vostri tempi | CO l’intera esistenza, la vita: trascorrere i propri giorni in convento

Polirematiche

a giorni
loc.avv.
CO
1. alcuni giorni sì, altri no; talvolta, a volte: il mal di testa mi viene a giorni
2. entro poco tempo, fra pochi giorni: la lettera dovrebbe arrivare a giorni
a giorno
loc.agg.inv.
loc.s.m.inv.
1. loc.agg.inv. TS tecn. di struttura, costruzione e sim., priva di rivestimento o di copertura, in modo da lasciare visibile la sua ossatura: scala a giorno
2. loc.agg.inv. TS orefic. di montatura, effettuata in modo da lasciare la gemma quasi completamente visibile: montatura, legatura a giorno; anche loc.avv.: montare, legare a giorno
3. loc.agg.inv. TS arte di cloisonné, privo del fondo di supporto
4. loc.s.m.inv., loc.agg.inv. TS artig. => à jour
al giorno d’oggi
loc.avv.
CO
oggi, di questi tempi: al giorno d'oggi tutto è più caro
alla luce del giorno
loc.avv.
CO
alla luce del sole
all’ordine del giorno
loc.agg.inv.
CO
quotidiano, ordinario: queste manifestazioni sono all’ordine del giorno
andare a giorni
loc.v.
CO
di qcn., essere volubile, incostante | di qcs., cambiare a seconda del giorno
andare al giorno del giudizio
loc.v.
CO
di qcs., non finire mai
avere i giorni contati
loc.v.
CO
avere pochissimo tempo per fare qcs. | stare per morire; stare per fare una brutta fine: il governo ha i giorni contati
bella di giorno
loc.s.f.
TS bot.com.
erba annua del genere Convolvolo (Convolvulus tricolor) con fusto eretto e fiori a campanula di colore rosa o violetto che si aprono al mattino e si chiudono alla sera
buon giorno
loc.inter.
var. => buongiorno
chiudere i propri giorni
loc.v.
CO
eufem., morire
citare all’ordine del giorno
loc.v.
TS milit.
menzionare all'ordine del giorno militare un soldato o un reparto che si è particolarmente distinto.
citazione all’ordine del giorno
loc.s.f.
TS milit.
il citare o l'essere citato all'ordine del giorno militare.
contanti a giorni
loc.s.f.
TS fin.
nella compravendita dei titoli, clausola che fissa un termine massimo di sette giorni per il pagamento e la consegna dei titoli
contare i giorni
loc.v.
CO
aspettare qcs. con impazienza
cornice a giorno
loc.s.f.
CO
c. costituita dal semplice telaio, usata spec. per stampe e poster, il cui vetro di protezione viene fissato con graffette
da tutti i giorni
loc.agg.inv.
CO
che si può usare tutti i giorni, normalmente, perché non particolarmente elegante o pregiato: abito da tutti i giorni, un servizio di piatti da tutti i giorni
da un giorno all’altro
loc.avv.
CO
improvvisamente: cambiare idea da un giorno all'altro, potrebbe succedere da un giorno all'altro
dare gli otto giorni
loc.v.
CO
licenziare o licenziarsi con gli otto giorni di preavviso previsti dalla legge
del giorno
loc.agg.inv.
CO
tipico del momento in cui si vive: la moda del giorno | che è al centro dell’attenzione in un determinato momento: il libro del giorno; essere l’uomo, la donna del giorno, la persona più nota del momento | di avvenimento, che ha il maggior rilievo in relazione a un dato giorno o a un breve periodo di tempo: commentare il fatto del giorno
di giorno
loc.avv.
CO
alla luce del sole
di giorno in giorno
loc.avv.
CO
1. progressivamente, sempre di più: la situazione migliora di giorno in giorno
2. da un momento all’altro: aspettare qcs., qcn. di giorno in giorno
di tutti i giorni
loc.agg.inv.
CO
di qcs., che accade o si ripete quotidianamente; solito, comune: il traffico è cosa di tutti i giorni, questa non è cosa di tutti i giorni
esserci come dal giorno alla notte
loc.v.
CO
intercorrere una grandissima differenza: tra quei due c'è come dal giorno alla notte
fare giorno
loc.v.
CO
impers., albeggiare
farsi giorno
loc.v.
CO
impers., fare giorno
giorni alcioni
loc.s.m.pl.
LE
LE giorni di bonaccia durante il solstizio di inverno, nell'antica Grecia ritenuti propizi alla nidificazione degli alcioni
giorni critici
loc.s.m.pl.
CO
eufem., il periodo delle mestruazioni
giorni della merla
loc.s.m.pl.
CO
gli ultimi tre giorni di gennaio, in cui fa molto freddo
giorno banca
loc.s.m.
TS banc.
spec. al pl., nello sconto di effetti, ciascuno dei giorni che si aggiungono al tempo effettivo di pagamento anticipato
giorno bisestile
loc.s.m.
CO
g. intercalare del calendario gregoriano, che cade il 29 febbraio
giorno civile
loc.s.m.
TS astron.
g. che inizia a mezzanotte, al passaggio inferiore di un astro al meridiano del luogo
giorno comune
loc.s.m.
BU
giorno feriale
giorno dei riporti
loc.s.m.
TS fin.
g. in cui sono stipulati i contratti di riporto-proroga per rinviare al mese successivo le liquidazioni dei contratti di borsa di prossima scadenza
giorno dei santi
loc.s.m.
CO
ognissanti
giorno del giudizio
loc.s.m.
CO
nel cristianesimo, giorno in cui il mondo avrà fine e si svolgerà il giudizio universale
giorno del pendolo
loc.s.m.
TS fis.
tempo impiegato dal piano di un pendolo di Foucault per completare una rotazione apparente intorno alla verticale locale
giorno del ringraziamento
loc.s.m.
CO
festa nazionale degli Stati Uniti, che si celebra il quarto mercoledì di novembre in ringraziamento per il raccolto dell’anno, istituita dai primi coloni nel 1621
giorno del Signore
loc.s.m.
CO
per i cristiani, la domenica
giorno di espiazione
loc.s.m.
TS relig.
=> kippur
giorno di magro
loc.s.m.
CO
ciascuno dei giorni in cui è prescritto ai cattolici di astenersi dal mangiare carne
giorno di marea
loc.s.m.
TS geogr.
intervallo, mediamente di 24 ore e 51 minuti, fra due alte maree consecutive
giorno di pagamento
loc.s.m.
TS burocr.
g. in cui si deve eseguire o può essere eseguito un pagamento
giorno di scadenza
loc.s.m.
TS burocr.
g. in cui si deve adempiere un’obbligazione
giorno e notte
loc.avv.
CO
continuamente, ininterrottamente: lavorare giorno e notte
giorno estremo
loc.s.m.
BU
1. il giorno della morte
2. il giorno del giudizio
giorno fecondo
loc.s.m.
TS fisiol.
ciascuno dei giorni del ciclo mestruale in cui può avvenire la fecondazione
giorno infecondo
loc.s.m.
TS fisiol.
ciascuno dei giorni del ciclo mestruale, durante i quali non può avvenire la fecondazione
giorno intercalare
loc.s.m.
TS astron.
in alcuni sistemi di divisione del tempo, giorno aggiunto periodicamente al calendario per far coincidere ad es. anno lunare e anno solare, anno civile e anno solare, ecc.
giorno lunare
loc.s.m.
TS astron.
intervallo fra due successive culminazioni del sole sull’orizzonte di uno stesso punto della superficie lunare
giorno medio
loc.s.m.
TS astron.
=> giorno solare medio
giorno per giorno
loc.avv.
CO
gradatamente, progressivamente: migliorare giorno per giorno
giorno polare
loc.s.m.
TS astron.
periodo di tempo, superiore alle 24 ore, durante il quale il sole resta sempre al di sopra dell’orizzonte
giorno siderale
loc.s.m.
TS astron.
intervallo di tempo entro cui la rotazione della Terra intorno al proprio asse riconduce un astro a passare su uno stesso meridiano
giorno sidereo
loc.s.m.
TS astron.
=> giorno siderale
giorno solare
loc.s.m.
TS astron.
intervallo di tempo entro il quale la rotazione della Terra intorno al proprio asse riconduce il Sole a passare su uno stesso meridiano
giorno solare medio
loc.s.m.
TS astron.
intervallo di tempo nel quale la rotazione della Terra intorno al proprio asse riconduce il sole medio a passare su uno stesso meridiano
giorno solare vero
loc.s.m.
TS astron.
=> giorno solare
giorno utile
loc.s.m.
TS burocr.
g. che precede il termine fissato per la scadenza di qcs.: oggi è l’ultimo giorno utile per pagare la bolletta
gran giorno
loc.s.m.
1. CO giorno in cui deve verificarsi un avvenimento particolarmente importante e atteso: il gran giorno è arrivato
2. TS stor. collegio di giudici formato da parlamentari che i re di Francia inviavano periodicamente nelle provincie lontane per giudicare in ultima istanza cause civili e criminali e per avere informazioni sulla criminalità locale
il giorno del mai
loc.s.m.
CO
scherz., periodo di tempo che non verrà mai; spec. in funz. avv.: lo farò, succederà il giorno del mai
il giorno del poi
loc.s.m.
CO
il giorno del mai
illuminare a giorno
loc.v.
CO
i. con una luce di intensità pressoché pari a quella solare.
l’altro giorno
loc.avv.
CO
l’altro ieri
oggi giorno
loc.avv.
var. => oggigiorno
ordine del giorno
loc.s.m.
CO
programma relativo agli argomenti da trattare nell’ambito di un’assemblea, un dibattito e sim.: rispettare, invertire l’ordine del giorno | estens., proposta scritta di un programma da seguire: votare, approvare l’ordine del giorno (abbr. O.d.G.)
prendere il giorno per la notte
loc.v.
CO
dormire di giorno e stare sveglio nelle ore notturne
punto a giorno
loc.s.m.
CO
nel ricamo, quello eseguito in modo da produrre degli spazi vuoti regolari
qualche giorno
loc.avv.
CO
un giorno o l’altro: qualche giorno scoprirà la verità
sei giorni
loc.s.f.inv.
TS sport
gara ciclistica su pista della durata di sei giorni, che si disputa a coppie con turni di riposo
sosta a giorni alterni
loc.s.f.
TS viabil.
s. consentita nei giorni pari lungo un lato della via e in quelli dispari lungo l’altro
sul far del giorno
loc.avv.
CO
all'alba, alle prime ore del mattino
tirare giorno
loc.v.
CO
tirare mattina
tutti i giorni
loc.avv.
CO
molto spesso, sempre
un bel giorno
loc.avv.
CO
in un giorno imprecisato, nel passato o nel futuro: un bel giorno tutto cambiò, un bel giorno ti pentirai
un brutto giorno
loc.avv.
CO
in un giorno malaugurato e funesto, imprecisato nel passato o nel futuro: un brutto giorno si ammalò.
un giorno o l’altro
loc.avv.
CO
un imprecisato giorno futuro: dovrà pur succedere un giorno o l'altro.
uomo del giorno
loc.s.m.
CO
personalità che ha grande e talora imprevisto risalto nelle cronache giornalistiche della vita culturale, politica, artistica
zona giorno
loc.s.f.
CO
parte dell’appartamento comprendente i locali destinati alle attività che normalmente si compiono durante il giorno
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità