girovago

gi||va|go
agg., s.m.
sec. XIV; dal lat. tardo gyrŏvăgu(m), comp. di gyrus “giro” e vagus “errabondo”.


CO
1. agg., s.m., che, chi va in giro qua e là, senza fermarsi a lungo in un determinato luogo: artisti girovaghi, una carovana di girovaghi
2. agg., che trascorre nel vagare per diversi luoghi e paesi: una vita girovaga
3. agg. TS dir. di mestiere, che è esercitato non in un luogo fisso, come ad es. quello di venditore ambulante o di saltimbanco, per il cui esercizio è richiesta una speciale licenza

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità